Sia Lodato Gesù Cristo – Sempre Sia Lodato

Sia Lodato Gesù Cristo – Sempre Sia Lodato

Dal sorgere del sole al suo tramonto sia lodato il nome del Signore

Deus Tecum cari fratelli e sorelle,

Con questa acclamazione di fede, fino agli anni Cinquanta del secolo scorso, i cristiani erano esortati a salutare il sacerdote lungo la strada. Non si tratta di un’acclamazione liturgica. I predicatori erano soliti pronunciare questo saluto prima e dopo ogni loro intervento in qualsiasi circostanza. Era e resta ancora un’acclamazione per evidenziare che le nostre parole non devono servire alla nostra gloria ma a quella del Signore.

Di recente ho letto un blog dal titolo “Sia lodato Gesu Cristo – Perche?” dove lo scrittore propone che, poiché la chiesa cattolica non è l’unico esponente delle virtù … Basta dire in questo mondo secolarizzato che non ha tempo per la preghiera. “Devo scappare. scusa “rispondono quando ci rivolgiamo al tema della religione. Poi abbiamo i cosiddetti “sacramentali soli cattolici” che si vedono solamente durante i battesimi, la prima comunione, la cresima, i matrimoni e i funerali. Non educano i loro bambini che hanno battezzato nella fede cattolica “voglio che mio figlio si decida quando è più grande” dice “e se volesse diventare un buddista quando sarà più grande?”. La scarpa si adatta anche ad alcuni dei miei confratelli del clero e dell’episcopato. Un sacerdote collega nel Devon una volta mi ha chiesto perché sei diventato un prete te? Questo mi ha sorpreso e naturalmente ho risposto che “ben pregavo per la guida del nostro Signore e con l’aiuto dello spirito santo mi dirigevo verso il sacerdozio”. “Wow! voi italiani e i latini siete davvero dentro per quella roba” ha dichiarato “appena dopo il college mio padre voleva mandarmi nell’esercito a meno che non andassi all’università. Così sono andato a Oxford, ho scelto il tema più multidisciplinare, che all’epoca era teologia. quando mi sono laureato, mio ​​zio vescovo, mi ha offerto un lavoro e mi ha ordinato. allora eccoci qua”. Questo è dove Io ho esclamato “WOW”. Poi ho avuto un vescovo diocesano in Irlanda che non credeva nemmeno in Dio. Ma questo è un intero altro blog.

quindi qui siamo al punto cruciale della questione. la chiesa stessa sta diventando secolarizzata. Ma di nuovo questo è un argomento che forse affronteremo possibilmente nel futuro.

La mia campagna se possiamo chiamarla così, è che lodiamo il nostro Signore e Salvatore almeno una volta al giorno, non mi aspetterei di sfidare un laico a seguire il nostro esempio di “Sette volte al giorno io ti lodo, per le sentenze della tua giustizia.” [Salmo 119:164].

Ma vorrei con il vostro aiuto lanciare una sfida quaresimale per dire “Sia lodato Gesù Cristo – Semper sia Lodato” ad almeno un estraneo ogni giorno durante la quaresima. Che bel modo di salutare qualcuno se non nel nome del nostro Salvatore. Non pensi?

Che il Signore vi benedica e vi mantenga sempre.

in Gesù e Maria

dom. ugo maria

Author: dom.Ugo-Maria

Catholic Priest - Hermit of Carthusian Charism, following the early and stricter Coutumes de Chartreuse (Rule) written about 1121-1128 written by Guigues du Chastel the 5th prior and Father General of Grande Chartreuse. Served as a curate and priest in Ireland for a while then moving to Devon as Parish Priest. A spell as Prison Chaplain and then Chaplain to the Railways (SouthEastern). Then a few years as a Diocesan Administrator, Vicar Forane, Vicar General and called as a Bishop (which I turned down). In the past I served as an officer in HM Armed Forces, lectured at Oxford, and teacher at the Royal School for Deaf children in Margate (now closed), for a spell (13 months) run an NHS hospital where I quickly realised that if you have no medical background and tend to use spreadsheets to reach a decision then you should not be running a hospital. Now I serve as Prior to the Hermits of Saint Bruno at St. Mary's Hermitage near Canterbury in Kent. I write on the Eremitic way of life although sometimes I tend to broach other subjects of interest, and occasionally undertake translations for Bishop Alistair from English to Italian. My life as a contemplative is extremely fulfilling and busy and I no longer have a public ministry which I occasionally miss especially the out-reach ministry. I also enjoy gardening on the hermitage grounds and as most gardeners will know its a never ending task, albeit quite rewarding. The hermitage also has some other residents, there is the hermitage guardian who is a layman who lives in rooms at the front of our hermitage and acts as a barrier/intermediary with the outside world; there is Jules a 4 year old Staffordshire terrier, who seems to know the Monastic Horarium and occasionally acts as a prompt, Augustus the tom cat who is 1 year old now and spends most of his time in the fields surrounding us catching moles, mice and rabbits (not so keen on birds) or in my cell when it gets too hot outside (he occasionally assist in writing my articles - having adopted the habit of falling asleep at my desk, occasionally waking and hitting the keyboard with his paw), Buffy who is 25 years old and Terra, her daughter who is 24 years old, female cats that were with me when I was parish priest at St. John Bosco's in Barnstaple. The two hens Hildegard (von Bingen) and Rosaline (of Villeneuve) who provide the eggs that we need, and then there is Topo Gigio a mouse who lives in one of our outhouses who is not scared of cats or people, can be quite vocal if you upset him by encroaching although quite frankly is no bother at all which is why he has been left alone. We currently also have 6 sheep outside in the field (not ours) but they do keep the grass cut. We are fortunate to have several fruit trees, Apples, Plums, Cherries, Pears, and 2 fig plants which I brought back from Sicily, quite a few herbs: mint, St. John's-wort, basil, chives, garlic, oregano, lemon balm, sage, chamomile, bay, echinacea, coriander, feverfew, lavender, valerian, parsley, peppermint, rosemary, thyme, marjoram, cilantro and others, there are also many flowers, too many to list. My interests are mediaeval church & monastic history, ancient liturgies, the Old Catholic Movement, Nicene and post Nicene Fathers, Desert Fathers and Mothers and Carthusian history. I also speak Italian and German, Latin, Catalan, Sicilian and French although am rusty with some.